5 NOVEMBRE

THERESA MAY AFFERMA LO SCIOPERO DELLA FRONTIERA IRLANDESE ’50 -50 ‘, DICE L’UE

Le possibilità che Theresa May raggiunga un accordo con Bruxelles sul confine irlandese che lei può vendere al governo e al parlamento vengono dichiarate dai funzionari dell’UE “50-50” mentre i colloqui irti entrano nel loro ultimo tratto. La squadra negoziale britannica e la task force della Commissione europea, guidata da Michel Barnier, entreranno in una fase segreta nota come “tunnel” questa settimana, ma le figure di spicco dell’UE coinvolte nei colloqui hanno avvertito che le linee rosse concorrenti rimangono “incompatibili” in aree chiave. Il governo britannico ha dato il via a un “progresso decisivo” sulla questione del backstop dell’Irlanda del Nord entro venerdì, nella speranza che Donald Tusk, il presidente del Consiglio europeo, possa quindi convocare uno straordinario vertice sulla Brexit per la fine del il mese per suggellare l’accordo. – Guardian

IL PM USA IL TELEFONO PER RASSICURARE I BREXITEERS  DEL CABINET

Theresa May ha trascorso ieri telefonando ai ministri del gabinetto chiave mentre Downing Street cercava di calmare le paure che stava per precipitarsi al traguardo dei colloqui Brexit. Il primo ministro ha parlato con i colleghi che sostengono Leave, dopo aver riferito che un accordo era molto più vicino di quanto non fosse stato riconosciuto. Alcuni temono che stia per innescare un vertice con l’UE alla fine di questo mese senza ottenere un accordo politico per la negoziazione finale. Incontrerà il presidente Macron per le commemorazioni del Giorno dell’Armistizio il venerdì con il destino dei negoziati in bilico. In anticipo, il primo ministro aggiornerà il gabinetto sullo stato dei colloqui, ma gli alleati hanno insistito sul fatto che non avrebbe presentato ai ministri un progetto di accordo già concordato in termini generali. Resta inteso che ha sottolineato che le segnalazioni contrarie erano ampiamente evidenti, sia in una conference call che in conversazioni one-to-one. – The Times (£)

skynews-boris-johnson-conservative-conference_4440628BORIS JOHNSON SOLLECITA I MINISTRI DI ELIMINARE LE PROPOSTE SPAVENTOSE DI THERESA MAY PRIMA DEL CABINET SHOWDOWN

Boris Johnson ha emesso un chiaro invito ai ministri per voltare le spalle alle “orribili” proposte Brexit di Theresa May – un giorno prima di affrontare uno scontro finale del Cabinet. Il potente intervento del commissario di lasciare è arrivato mentre si diceva che il Primo Ministro avesse fatto un “accordo segreto sulla Brexit” che avrebbe visto l’intera Gran Bretagna rinchiusa in un’unione doganale per evitare un controverso confine difficile nell’Irlanda del Nord. Boris ha sbattuto i piani come un “regalo di Natale del miglior vecchio caramello di Bruxelles”. Ha sparato: “Anche dopo la nostra partenza – secondo questo cosiddetto accordo – rimarremo in un” periodo di implementazione “senza senso in cui saremo effettivamente membri senza diritto di voto dell’UE. – The Sun

ARRON BANKS CHALLENGED OVER LEAVE.EU FUNDS

L’uomo d’affari Arron Banks è stato sfidato a spiegare da dove provenissero i soldi per la sua campagna Brexit. Il signor Banks è oggetto di un’indagine di polizia che afferma di non essere la “vera fonte” di 8 milioni di sterline concessi in prestito alla sua campagna Leave.EU nel referendum UE del 2016. La Commissione elettorale ha rinviato il caso all’Agenzia nazionale per la criminalità, che ha affermato che potenziali reati potrebbero essere stati commessi. Il signor Banks ha detto alla BBC di Andrew Marr che i soldi provengono dalle sue attività nel Regno Unito. – BBC News

BORIS JOHNSON: £40 MILIARDI DELLA BREXIT SIGNIFICANO DIVENTARE A TUTTI GLI EFFETTI UNA COLONIA UE NON VOTANTE

È un affare! Questa è la parola dai discorsi Brexit. Se i giornali di ieri hanno ragione, il governo britannico sarà presto ricompensato con un regalo di Natale del miglior vecchio caramello di Bruxelles. Se questo è davvero l’accordo che deve essere posto prima di Gabinetto martedì, è un assoluto puzzone. Significa che stiamo proponendo di consegnare un incredibile £ 40 miliardi per assolutamente nulla in cambio. Anche dopo la nostra partenza, in base al cosiddetto accordo, rimarremo in un “periodo di attuazione” priva di senso in cui saremo effettivamente membri senza diritto di voto dell’UE. – Boris Johnson MP for The Sun

FAISAL ISLAM: PM HANNO BISOGNO DEL BREXIT COME L’EQUIVALENTE DI UN TRUCCO DI JEDI MIND

Per ottenere un accordo tramite il parlamento, il Primo Ministro e le sue fruste dovranno essenzialmente persuadere due gruppi di parlamentari diametralmente opposti che un voto contrario alla sua offerta porterà entrambi “Brexit senza accordo” e allo stesso tempo “nessun Brexit in assoluto” ”. I ribelli restanti saranno informati e gli è stato detto che il voto sull’accordo porterà al caos del no-deal in tutta l’economia, con implicazioni per le fabbriche di automobili, i supermercati e nel Canale. Viceversa, i ribelli del Brexiteer verranno informati, e gli è stato detto dal PM stesso, che il voto sul suo accordo potrebbe portare a “no Brexit a tutti”. Entrambi non possono essere veri. – Faisal Islam for Sky News

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here