29 ottobre

MATTHEW D’ANCONA: QUESTO BILANCIO NON PUO’ SOPRAVVIVERE ALL’URAGANO DEL BREXIT

Dall’intervista di Hammond alla domenica con Andrew Marr della BBC, è chiaro che il cancelliere vuole rinviare quante più decisioni serie possibili fino alla revisione della spesa dell’anno prossimo. Chi può biasimarlo? Nel bene e nel male, il momento di partenza dall’UE sarà nello specchietto retrovisore: chiunque sia il cancelliere avrà almeno la misura di ciò che sta accadendo – Matthew D’Ancona per The Guardian

BORIS JOHNSON: UN ALTRO MOTIVO PERCHÉ IL CHEQUERS È ‘UN’UMILIAZIONE ASSOLUTA’

Sotto le proposte di Checkers stiamo per fallire il test numero uno di Brexit, e per soddisfare una promessa fatta da entrambe le parti nel referendum. L’essenza dell’UE è che si tratta di un’unione doganale e, in realtà, non riuscendo a lasciare, stiamo tradendo il risultato del referendum. Ma è peggio di così, molto peggio. Supponiamo che entro il 2021 Dyson EV stia confondendo gli scettici; immaginiamo che stia causando scalpore tra la produzione automobilistica europea, ancora dominata dalle aziende tedesche. Cosa c’è che impedisce alla Commissione europea di decidere che c’è qualcosa riguardo al Dyson EV che significa che dovrebbe attirare una tariffa più elevata? I consumatori britannici saranno nella posizione umiliante di essere costretti a pagare di più per un prodotto nel mercato domestico del Regno Unito – e di inviare quella tassa a Bruxelles – quando la Gran Bretagna non ha alcun diritto di stabilire tale tariffa. Questo non sta riprendendo il controllo. Sta perdendo il controllo. È un’assoluta umiliazione ed è incredibile che la quinta più grande economia del mondo sia disposta a sottoscriverla. – Boris Johnson per il Telegraph (£)

shutterstock_433815025

IL REGNO UNITO ROTOLA 14 SU 236 TRATTATI INTERNAZIONALI UE

Il Regno Unito è riuscito a “ribaltare” solo 14 dei 236 trattati internazionali che l’UE ha firmato con paesi di tutto il mondo, sollevando nuove preoccupazioni di rottura se la Gran Bretagna dovesse far crollare il blocco senza un accordo. Con solo cinque mesi per andare alla Brexit, il Regno Unito è sotto crescente pressione per replicare gli accordi che l’UE ha con 168 paesi, così che la Gran Bretagna possa mantenere i diritti che ha attualmente con queste nazioni come risultato di essere un membro del blocco. La scorsa settimana funzionari della Whitehall hanno fornito dati che mostrano che solo una minima parte dei 236 trattati che l’UE ha con paesi al di fuori del blocco sono stati copiati con successo dal Regno Unito in nuovi mini accordi con le nazioni interessate. – FT(£)

I MPS NON HANNO IL “VOTO GIURIDICO” PER FERMARE LA BREXIT NO-DEAL

Il Parlamento non ha un “veto legale” su una Brexit senza accordo, hanno detto i funzionari della Camera dei Comuni – suggerendo che i parlamentari che vogliono fermare la Gran Bretagna che si schianta dall’UE dovranno trovare un’altra strada … In una guida scritta a un deputato , visto da The Independent, gli esperti della biblioteca della Camera dei Comuni hanno detto che il parlamento non può “legalmente e in isolamento impedire una Brexit senza accordo” se vota contro l’accordo di Theresa May. Il capo clark dei Comuni, Sir David Natzler, ha confermato che i parlamentari votanti assumeranno ciò che dovrebbe accadere in caso di mancato accordo anche “non ha alcun significato statutario”. – Independent

Hammond-May-Brexit-685939PHILIP HAMMOND PER INSERIRE LA BREXIT NEL CUORE DI UN BILANCIO CHE SI RITIRA DALL’AUSTERITÀ

Philip Hammond annuncia la fine dell’austerity lunedì nella sua terza Budget, ma avverte l’euroscettica che un futuro più luminoso di tagli alle tasse e maggiori spese pubbliche sarà distrutto se la Gran Bretagna non assicurerà un buon accordo Brexit … Mr Hammond userà il suo Budget per girare le viti su Tory Eurosceptics per sostenere il piano di compromesso di Mrs May, concordato con il suo gabinetto a Chequers a luglio, che avrebbe tenuto la Gran Bretagna vicino all’unione doganale e al mercato unico dell’UE. Il cancelliere sosterrà che un accordo in stile dama creerebbe un “dividendo d’affare” in due modi: le previsioni ufficiali di crescita verrebbero aggiornate mentre sarebbe anche in grado di spendere parte dei 15 miliardi di sterline trattenute in riserva come “cuscinetto” contro un Brexit disordinato. – FT (£)

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here